Il tempo del Casoncello – trailer*

Gabriella Buccioli, la mia vita, il mio giardino. “Nel 1980, decisi di tornare a vivere al Casoncello, piccolo podere di famiglia abbandonato da oltre trent’anni, mi trovai di fronte a una natura impenetrabile, fatta di rovi, robinie, clematidi ed altre…

Il tempo del Casoncello - trailer*

Source

Gabriella Buccioli, la mia vita, il mio giardino.
“Nel 1980, decisi di tornare a vivere al Casoncello, piccolo podere di famiglia abbandonato da oltre trent’anni, mi trovai di fronte a una natura impenetrabile, fatta di rovi, robinie, clematidi ed altre piante che erano liberamente cresciute cancellando il ricordo delle antiche coltivazioni.
Oggi a distanza di trent’anni i giardini del Casoncello sono un luogo dove le piante più diverse, invadono gli spazi, prendono d’assalto gli alberi, restringono i passaggi e tappezzano i declivi, il giardino appare come una giungla selvaggia, dove regna una atmosfera magica e suggestiva.
Sono io che l’ho voluta così. L’ho creata poco alla volta, all’inizio senza quasi rendermene conto, poi sempre più cosciente dell’opera che prendeva forma, assecondando il mio amore per il mondo vegetale, seguendo il filo dei miei ricordi infantili, facendomi spesso complice o allieva della natura, senza rinunciare alla mia personale impronta.”

/ 5.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *